Momordica charantia o zucca amara: dimostrate proprietà anti-cancro

La Momordica charantia, comunemente denominata zucca amara o melone amaro (bitter melon), per il sapore decisamente amaro dei suoi frutti, avrebbe dimostrato di possedere spiccate proprietà anti-cancro. I risultati della recente scoperta compiuta ad opera della Università di Saint Louis, nel Missouri, appaiono pubblicati sulla rivista scientifica Cell Communication and Signaling.

Momordica charantia: proprietà ed impieghi tradizionali

Il melone amaro, o zucca amara, è un rimedio tradizionale che ritroviamo nella medicina ayurvedica indiana, in quella cinese, giapponese, africana, del centro e sud America. La Momordica charantia cresce nelle aree tropicali e subtropicali, dove il clima è caldo e umido, dall’India all’Asia, fino all’Africa e ai Caraibi, l’Australia e le isole del Pacifico. Originaria del Kerala, stato dell’India meridionale, nel 14° secolo si diffuse in Cina e poi nelle regioni dell’Africa e dei Caraibi.

I frutti della Momordica charantia sono facilmente riconoscibili per l’aspetto bitorzoluto simile a delle piccole zucchine, di colore inizialmente verde, tendente poi giallo-arancio quando giungono a maturità. Tradizionalmente la Mormonica charantia viene impiegata come rimedio contro gotta, epatiti, disturbi a carico della milza, diabete, per stimolare l’appetito, per la cura delle affezioni gastrointestinali.

Molte delle proprietà della Mormonica charantia sono oggi riconosciute dalla scienza, come quella anti-diabetica (test clinici hanno dimostrato che assumere l’estratto di momordica [400 mg al giorno per 15 giorni] riduce in modo significativo il tasso di glucosio nel siero [prelevato dopo pranzo] nell’86% dei casi, e la glicemia a digiuno nel 5% dei casi in 100 pazienti affetti da diabete di tipo 2), anti-batterica (efficace in vitro contro E. coli, Pseudomonas e salmonella), anti-virale (efficace in vitro contro HIV e polio), anti-ulcera (anche quella causata da Helycobacter pylori) e anti-cancro.

Momordica charantia: proprietà anti-cancro

Già studi precedenti avevano messo in evidenza le potenziali proprietà inibitorie e anti-proliferative della Momordica charantia nei confronti di diversi tipi di cellule tumorali coltivate in vitro. Ulteriori esperimenti, su modelli animali (topi), hanno dimostrato l’efficacia dell’estratto di zucca amara nel ridurre l’incidenza dei tumori orali.

La prof.ssa Ratna Ray, che ha guidato il team della nuova ricerca in questione, è nata e cresciuta in India, dove il melone amaro è non solo un rimedio naturale ampiamente utilizzato, ma anche un ingrediente base per la preparazione di deliziosi piatti della tradizione culinaria. A differenza delle ricerche precedenti stavolta gli scienziati hanno puntato a scoprire il meccanismo dietro l’attività anti-tumorale della Momordica charantia, nei confronti dei tumori di bocca e lingua, sui topi.

Come la zucca amara riesce a combattere il cancro

Gli scienziati hanno dunque scoperto che l’estratto di zucca amara ha la proprietà di interagire con le molecole che permettono al glucosio e ai grassi di viaggiare nel corpo, “alimentando” le cellule tumorali e permettendo loro di prosperare. Interferendo con questi percorsi, l’estratto di Momordica charantia sarebbe in grado di impedire la crescita dei tumori portando alla morte di alcune cellule tumorali. “Tutti gli studi sui modelli animali che abbiamo condotto ci stanno dando risultati simili, una riduzione di circa il 50% nella crescita del tumore, afferma la Prof.ssa Ray.

Un melone amaro al giorno leva il cancro di torno?

Tuttavia non è chiaro se il melone amaro abbia o meno lo stesso effetto sugli umani: “Il nostro prossimo passo sarà condurre uno studio pilota su [persone con cancro] per vedere se il melone amaro offra reali benefici clinici ed possa rappresentare una promettente terapia di supporto ai trattamenti attuali“, osserva la Prof.ssa Ray. In attesa di sapere di più, sulle proprietà anti-cancro della Momordica charantia, la prof.ssa Ray commenta:“Alcune persone prendono una mela al giorno io mangerei un melone amaro al giorno. Mi piace il gusto”, e conclude: “I prodotti naturali svolgono un ruolo fondamentale nella scoperta e nello sviluppo di numerosi farmaci per il trattamento di vari tipi di malattie mortali, incluso il cancro. Pertanto, l’uso di cure naturali come medicina preventiva sta diventando sempre più importante.”

Correlati:




Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *