Gli integratori di vitamine e sali minerali non servono a nulla?

Gli integratori di vitamine e sali minerali non apporterebbero alcun beneficio (o danno) per la salute umana. Questo perlomeno è quanto affermato da un nuovo studio condotto dai ricercatori del St. Michael’s Hospital e dell’Università di Toronto. I dettagli dello studio sono stati recentemente pubblicati sul Journal of American College of Cardiology. Il lavoro dei ricercatori è consistito nella  revisione sistematica di dati esistenti e di studi di controllo randomizzati singoli pubblicati tra gennaio 2012 a ottobre 2017. Il team ha esaminato gli studi sui più comuni supplementi alimentari quali quelli a base di Vitamina A, B1, B2, B3 (niacina), B6, B9 (acido folico), C, D, E; carotene; calcio; ferro; zinco; magnesio; e selenio. Revisionati anche gli studi sui multivitaminici contenenti gran parte di queste stesse vitamine e sali minerali in combinazione.  

Gli integratori non fanno né male né bene 

Secondo lo studio in questione in particolare è stato rilevato che i multivitaminici o i supplementi di vitamina D, calcio e vitamina C – gli integratori più comuni – non apporterebbero alcun vantaggio né tanto meno aggiungerebbero alcun rischio in più per le malattie cardiovascolari, infarto , ictus o morte prematura. Generalmente, vitamine e sali minerali rientrano anche nella formulazione di alcuni alimenti. “Siamo stati sorpresi nel trovare così pochi effetti positivi dagli integratori più comuni che la gente consuma”, ha affermato David Jenkins, autore principale dello studio, in un’intervista che appare su Science Daily. “La nostra revisione ha rilevato che se si desidera utilizzare multivitaminici, vitamina D, calcio o vitamina C, ciò non fa male – ma non vi è alcun vantaggio apparente.” 

Eccezione per acido folico e le altre vitamine del gruppo B

Tuttavia lo studio ha anche evidenziato che l’acido folico da solo e le vitamine del gruppo B con acido folico siano gli unici supplementi in grado di ridurre l’insorgenza di malattie cardiovascolari e ictus. La niacina da sola e gli integratori di antiossidanti hanno invece dimostrato un effetto molto piccolo, piuttosto trascurabile. Ma allora che fare? Integratori si o integratori no?

Solo una dieta sana garantisce il pieno di vitamine e sali minerali

Le risposte giungono dallo stesso Dottor Jenkins: “In assenza di dati positivi significativi – oltre alla potenziale riduzione da parte dell’acido folico del rischio di ictus e malattie cardiache – È meglio fare affidamento su una dieta sana per ottenere il pieno di vitamine e minerali “– e conclude –“Finora, nessuna ricerca sugli integratori ci ha mostrato qualcosa di meglio delle porzioni salutari di cibi vegetali meno elaborati tra cui verdure, frutta e noci.”
 

Correlati:


Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

2 thoughts on “Gli integratori di vitamine e sali minerali non servono a nulla?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *