Orzaiolo nell’occhio: cause, differenze con il calazio, rimedi naturali più efficaci

L‘orzaiolo si presenta come un piccolo foruncolo localizzato sul margine palpebrale a forma di chicco d’orzo. Da qui il nome con cui è comunemente indicata quest’infiammazione suppurativa delle ghiandole di Zeiss (oraziolo interno) o di Meibornio (orzaiolo esterno), che per lo più di risolve spontaneamente. Questo piccolo ascesso è causato da agenti infettivi, il più comune dei quali è lo stafilococco. L’infezione può essere contratta ad esempio stropicciandosi gli occhi con le mani sporche o come conseguenza di una congiuntivite, ma non è nulla di preoccupante ed ha pressoché lo stesso significato di un comune foruncolo. E’ bene tuttavia non forzare la sua guarigione cercando di premere l’orzaiolo, ma è possibile favorirla grazie all’impiego di alcuni efficaci rimedi naturali.

Orzaiolo o calazio: differenze

Prima di illustrare i rimedi naturali più efficaci per favorire la guarigione dell’orzaiolo facciamo la dovuta distinzione con un’altra affezione oculare molto simile ad esso, il calazio. Il calazio è un’infiammazione granulomatosa cronica di una ghiandola di Melbornio, che determina una tumefazione indolore alla palpebra. Si differenzia dall’orzaiolo perché cronico, indolore e non centrato su un bulbo pilifero. Per rimuovere un calazio potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. L’orzaiolo invece è doloroso, la sua sintomatologia comprende senso di peso e irritazione, ma solo in rari casi richiede un’incisione chirurgica con drenaggio. Nel dubbio, consultare sempre il medico di fiducia. Ecco di seguito come far guarire più in fretta un orzaiolo con dei rimedi naturali.
 

Rimedi naturali per l’orzaiolo: fitoterapia

Sono molti i rimedi naturali, che ci permettono di favorire la guarigione dell’orzaiolo, attraverso impacchi e sciacqui oculari facilmente realizzabili in casa. Le preparazioni elencate vanno sempre filtrate accuratamente e applicate fredde:
  • Bagni oculari: 

  1. Decotto di eufrasia: bollire 20 g di pianta in 1 l di acqua per 15 minuti;
  2. Infuso di fiordaliso: lasciare 60 g di fiori in 1 l d’acqua bollente per 30 minuti;
  3. Infuso di sambuco: lasciare 100 g di fiori freschi o essiccati in 1 l di acqua bollente per 10 minuti.

 

  • Cataplasmi da eseguire parecchie volte al giorno:

  1. Applicare sull’orzaiolo un impacco di foglie fresche di basilico contuse;
  2. Decotto di malva parti aeree: bollite per 10 minuti la malva in 2,5 dl d’acqua. Lasciate in infusione finché l’acqua non si intiepidisce; filtrate quindi accuratamente. Applicate alle palpebre, al mattino e alla sera, compresse imbevute con questo decotto per dare sollievo agli occhi affaticati;
  3. Compressa con acqua fredda: un rimedio molto semplice per donare immediato sollievo all’occhio infiammato a causa dell’orzaiolo consiste nel bagnare con acqua fredda un piccolo asciugamano, strizzarlo leggermente, e appoggiarlo sull’occhio chiuso. Rinnovare l’applicazione ogni 15 minuti.

Correlati:


Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

2 thoughts on “Orzaiolo nell’occhio: cause, differenze con il calazio, rimedi naturali più efficaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *