Clorofilla: proprietà, benefici, controindicazioni, fonti alimentari

La clorofilla, con il suo colore verde brillante, è l’emblema del risveglio primaverile e dell’energia vitale che si ricarica di nuova linfa. Attraverso l’assunzione di clorofilla liquida, integratori o mangiando i cibi che la contengono possiamo stimolare in modo naturale il ricambio cellulare, il metabolismo, la circolazione sanguigna e linfatica ed ottenere un effetto detossinante e drenante. Le proprietà detox della clorofilla si tradurranno in un aumento dell’energia, un sistema immunitario più forte, reni e fegato più efficienti e una pelle più sana e radiosa. Anche l’applicazione topica della clorofilla ha dimostrato interessanti risultati dermocosmetici nella cura di acne e rughe. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le proprietà e i benefici della clorofilla, in quali alimenti si trova, dosi e uso degli integratori (compresse, clorofilla liquida), controindicazioni ed effetti collaterali.

Cos’è la clorofilla?

La clorofilla, dal greco “cloros” che significa verde, è il pigmento contenuto in organelli chiamati cloroplasti, presenti nelle cellule delle foglie delle piante (ma anche in alcuni organismi procarioti), da cui dipende il colore verde dei vegetali. Grazie alla clorofilla le piante possono compiere la fotosintesi clorofilliana. Attraverso la clorofilla le radiazioni luminose trasformano l’anidride carbonica (CO2) e l’acqua (H2O) in glucosio (C6H12O6) fonte di nutrimento ed energia per la pianta. Per formare una molecola di glucosio attraverso la fotosintesi clorofilliana alla pianta serviranno 6 molecole di CO2 tratte dall’ambiente esterno e 6 molecole d’acqua tratte dal terreno.

Prodotto di “scarto” della fotosintesi clorofilliana è l’ossigeno: per ogni molecola di glucosio prodotta dal vegetale verranno liberate 6 molecole di prezioso ossigeno nell’aria. Chimicamente la clorofilla è una clorina prodotta attraverso lo stesso processo metabolico delle porfirine come l’eme dell’emoglobina del sangue, cui è strutturalmente assimilabile. Ecco perché la clorofilla viene suggerita anche come rimedio naturale contro l’anemia.

Proprietà e benefici della clorofilla: uso interno

Le principali proprietà e benefici della clorofilla alimentare sono:

  • Antianemico: come già accennato la clorofilla è chimicamente simile all’emoglobina, la proteina presente nei globuli rossi cui si lega l’ossigeno per essere trasportato in tutto il corpo. Alcuni studi [1] dimostrano che il succo di erba di grano, che è composto per il 70% da clorofilla, potrebbe pertanto essere utile nel trattamento di anemia e talassemia;
  • Proprietà antitumorali: la clorofilla avrebbe dimostrato un potenziale anticancro in alcuni studi in vivo e in vitro [2, 3, 4]. Un piccolo studio sull’uomo [5] ha messo in relazione l’assunzione di clorofilla con la riduzione di aflatossina (composto dalle note proprietà cancerogene) ingerita. Anche un precedente studio cinese [6] dimostrava che la clorofillina, assunta ogni pasto, abbassava del 55% i biomarcatori delle aflatossine rispetto ad un placebo;
  • Proprietà dimagranti: la clorofilla avrebbe proprietà dimagranti ed ipocolesterolemizzanti. Uno studio del 2014 ha dimostrato che coloro che avevano assunto un integratore contenente clorofilla, una volta al giorno, avevano perso più peso rispetto al gruppo di controllo cui era stato somministrato un placebo [7];
  • Proprietà detox e anticellulite: la clorofilla è tra i migliori rimedi naturali detossinanti e drenanti. Grazie alla clorofilla fegato, reni ed intestino vengono ripuliti dalle scorie, il metabolismo si riattiva e viene potenziata la risposta immunitaria. La clorofilla drena e sgonfia, contribuendo a ridurre gli inestetismi della cellulite;
  • Proprietà deodoranti: fin dagli anno ’40 alla clorofilla vengono attribuite proprietà deodoranti. Uno studio pubblicato nel 1960 e un altro del 1989 [8, 9] suggeriscono che la clorofilla possa ridurre il cattivo odore fecale nei pazienti colostomizzati. Uno studio del 1980 [10] ha osservato che l’assunzione di clorofilla migliorava l’odore della parte inferiore del corpo negli anziani ricoverati nelle case di riposo. Lo studio più recente [11] compiuto su persone con trimetilaminuria o sindrome da odore di pesce, ha rilevato che l’assunzione di integratori di clorofillina riduceva significativamente la quantità di trimetilammine accumulate dal corpo e dunque il cattivo odore di pesce.

Clorofilla: benefici per la pelle, uso topico

La clorofilla ha dimostrato interessanti proprietà dermocosmetiche in applicazioni topiche. Proprietà e benefici della clorofilla sulla pelle:

  • Proprietà antirughe: la clorofilla applicata sul viso aiuta a combattere rughe e fotoinvecchiamento. Come dimostrato da diversi studi [12, 13], l’applicazione topica di gel contenente clorofillina (derivato idrosolubile della clorofilla naturale, meglio assorbita dall’organismo rispetto ad altre forme di clorofilla) determinerebbe un’evidente riduzione dei danni del sole;
  • Trattamento contro l’acne: la clorofilla, ovvero un gel contenente clorofillina, testata su pazienti con pelle acneica ha dimostrato di ridurre acne e pori dilatati sul viso in sole 3 settimane [14]. Un altro studio [15] ha dimostrato che coloro che abbinano l’uso topico della clorofilla al trattamento dell’acne con fototerapia ottengono migliori risultati estetici: riduzione di infiammazione, brufoli, cicatrici, pori dilatati, pelle grassa;
  • Proprietà cicatrizzanti: le proprietà cicatrizzanti della clorofilla sono studiate fin dagli anni ’40. Una revisione di studi del 2008 [16] ha dimostrato che l’uso topico della clorofillina promuoveva la guarigione delle ferite, riducendo anche i cattivi odori. La clorofillina sarebbe in grado inoltre di ridurre l’infiammazione e la crescita batterica nelle ferite, permettendone una più rapida cicatrizzazione.

Clorofilla liquida e integratori: dosi e modalità d’impiego

Il modo più semplice per includere la clorofilla nella nostra dieta è quello di mangiare la verdura (più avanti verranno elencati quali sono gli alimenti più ricchi di clorofilla). Ma non tutti amano le verdure e per qualcuno potrebbe essere difficile mangiarle tutti i giorni. Ecco perché molti preferiscono optare per l’assunzione di integratori a base di clorofilla. La maggior parte degli integratori che si trovano in commercio contengono in realtà clorofillina, la quale ha nella sua molecola rame anziché magnesio. La clorofillina possiede proprietà analoghe alla clorofilla ed è anche maggiormente biodisponibile.

In tutte le farmacie ed erboristerie, anche online, possiamo trovare vari tipi di integratori di clorofilla: liquida (soluzione idroalcolica), capsule, compresse, polvere.

Clorofilla in compresse, dosi e modalità d’uso:

  • 2 compresse al giorno, una al mattino prima di colazione, una la sera prima di cena.

Clorofilla liquida, dosi e modalità d’uso:

  • 30 gocce disciolte in un bicchiere, 3 volte al giorno, prima di colazione, pranzo e cena.

Integratore di Clorofilla fai da te

Con ingredienti davvero poverissimi, grazie a questa ricetta facile facile, possiamo preparare un integratore di clorofilla fai da te. L’integratore di clorofilla fatto in casa potrà essere assunto aggiungendolo a frullati o altre pietanze.

Ingredienti integratore di clorofilla fatto in casa:

  • prezzemolo riccio fresco (80 g);
  • 6 tazze d’acqua.

Preparazione integratore di clorofilla fai da te:

  • Lava il prezzemolo sotto l’acqua corrente ed asciugalo;
  • Metti le foglie di prezzemolo e le 6 tazze d’acqua in un frullatore e frullali per alcuni minuti;
  • Filtra con un setaccio e versa il liquido in una casseruola;
  • Accendi il fuoco, tenendolo basso, e mescola continuamente finché non vedrai emergere in superficie delle particelle verdi;
  • Togli dal fuoco la pentola e versa il liquido in un contenitore con del ghiaccio e poi ponilo a raffreddare in frigo;
  • Una volta raffreddata la miscela, potrai vedere chiaramente emergere in superficie la clorofilla separata, che avrà un aspetto simile a delle alghe;
  • Filtra con una tela di mussola per separare la clorofilla dal liquido;
  • Raccogli dunque la clorofilla ottenuta (saranno circa 2 cucchiai);
  • Conserva la clorofilla in frigo in un contenitore ermetico per non più di una settimana.

Alimenti ricchi di clorofilla

Più una verdura è di colore verde intenso, più clorofilla conterrà. Oltre alla clorofilla, le verdure forniscono una varietà di vitamine, sali minerali ed altre sostanze benefiche che contribuiranno al nostro benessere. Fonti di clorofilla sono anche le alghe verdi-azzurre.

Le principali fonti alimentari di clorofilla sono:

  • spinaci;
  • cavolo cappuccio;
  • senape;
  • clorella;
  • spirulina;
  • erba medica;
  • prezzemolo;
  • broccoli;
  • cavolo verde;
  • asparagi;
  • fagiolini e piselli;
  • tè verde matcha;
  • erba di grano;
  • fagioli verdi;
  • rucola;
  • porri.

Un rimedio naturale detox, che ti permetterà di beneficiare delle proprietà della clorofilla si ottiene come segue:

  • Centrifuga (meglio ancora se usi un estrattore di succo) una manciata di prezzemolo o erba di grano, una mela granny smith a fettine con la buccia bio, 2 foglie di cavolo riccio, una manciata di spinaci, 4 coste di sedano;
  • Mescola la bevanda ricca di clorofilla ottenuta e bevila prima di colazione o a metà mattina.

Integratori di clorofilla: controindicazioni

La clorofilla è generalmente sicura, tuttavia potrebbe essere controindicata in chi assume farmaci o soffre di determinate condizioni di salute: consultare il proprio medico prima di assumere integratori di clorofilla. Sempre sconsigliata è l’assunzione fai-da-te di supplementi alimentari per le donne incinta o in allattamento. Tra i possibili disturbi ed effetti collaterali determinati dall’assunzione di integratori di clorofilla (compresse o liquida) abbiamo:

  • diarrea, disturbi gastrointestinali;
  • feci verdi, gialle o nere, che possono essere scambiate per sanguinamento gastrointestinale.

Le applicazioni topiche di prodotti per la cura dell’acne o antirughe contenenti clorofilla possono talvolta causare sensazioni di prurito o bruciore sulla pelle.

Correlati:




Anna Elisa Catanese

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.