Covid-19: attenzione ai sintomi gastrointestinali

L’avanzata pandemica del Covid-19 non si arresta e alcuni aspetti di questo nemico sconosciuto, continuano ad emergere a poco a poco. Una nuova ricerca condotta da un gruppo di esperti di Wuhan, i cui risultati compaiono sull’American Journal of Gastroenterology, ha rivelato che quasi la metà dei pazienti manifesta sintomi digestivi, tra cui perdita di appetito e diarrea, talvolta come unico segno dell’infezione. Ma vediamo innanzitutto quali sono i sintomi respiratori più frequenti e poi quelli gastrointestinali legati al Covid-19.

Coronavirus: sintomi respiratori e più comuni

Le infezioni da SARS-CoV-2 causano sintomi diversi in persone diverse. I sintomi più comuni del nuovo coronavirus sono:

  • febbre;
  • mal di gola;
  • tosse;
  • rinorrea (naso che cola);
  • difficoltà respiratorie (dispnea, respiro “corto”);
  • perdita del gusto e dell’olfatto: secondo gli esperti dell’Università di Bonn Hendrik Streeck questo sintomo è presente nel 30% dei casi;
  • congiuntivite.

A loro volta l’entità e la gravità di questi sintomi è estremamente variabile. Esistono persino soggetti asintomatici comunque contagiosi. Le complicanze del Covid-19 consistono in una polmonite interstiziale, il cui esito può rivelarsi infausto, specie in soggetti fragili e con patologie pregresse.

Covid-19: sintomi gastrointestinali

Ma torniamo al nuovo studio cinese. I ricercatori, tra il 18 gennaio ed il 28 febbraio, hanno raccolto ed analizzato i dati di 204 persone affette da Covid-19 (107 maschi e 97 femmine) con un’età media di 54,9 anni. È stato osservato che al momento del ricovero in ospedale 99 su 204 persone – ovvero il 48,5% – lamentava sintomi digestivi. Gli autori dello studio hanno anche notato che 7 dei pazienti con COVID-19 non presentavano sintomi respiratori, ma esclusivamente sintomi digestivi. Inoltre i disturbi gastrointestinali diventavano più gravi con l’aumentare della gravità dell’infezione da coronavirus.

I sintomi gastrointestinali del Covid-19 segnalati dagli esperti sono:

  • anoressia, mancanza di appetito;
  • diarrea;
  • vomito;
  • dolori addominali.

Il dato che deve far riflettere è che le persone senza sintomi digestivi sembrano essere quelle con le maggiori probabilità di guarire da COVID-19 ed essere dimesse dall’ospedale (ben il 60% contro il 34,3% di quelle con disturbi gastrointestinali).

Alla luce di tali risultati, gli autori concludono che “potrebbe essere necessario anticipare il controllo nei pazienti a rischio che presentano sintomi digestivi, piuttosto che aspettare che emergano i sintomi respiratori“.

Correlati:




Anna Elisa Catanese

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

One thought on “Covid-19: attenzione ai sintomi gastrointestinali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *