In che modo lo stress causa i capelli bianchi? La risposta in un nuovo studio

I capelli bianchi non sono solo un segno del tempo che passa: “Sorridere, è ringiovanire di dieci anni. Intristirsi, è farsi venire i capelli bianchi”. Così recita un antico proverbio cinese, proprio a sottolineare quanto il nostro cattivo umore, i troppi pensieri e lo stress che ne deriva possano influire sull’incanutimento precoce delle nostre chiome. Forse c’è un fondo di verità per quella che sembra più una credenza popolare, ma perché lo stress farebbe venire i capelli bianchi e in che modo? Un gruppo di scienziati di Harvard prova a spiegarlo in uno studio appena pubblicato su Nature.

Capelli bianchi e stress

Per secoli sono state collegate le esperienze stressanti alla comparsa precoce dei capelli bianchi. “Tutti hanno un aneddoto da condividere su come lo stress influisca sul loro corpo, in particolare sulla pelle e sui capelligli unici tessuti che possiamo vedere dall’esterno, afferma l’autore senior Ya-Chieh Hsu. “Volevamo capire se questa connessione fosse vera e, in tal caso, in che modo lo stress potesse portare a cambiamenti nei diversi tessuti. La pigmentazione dei capelli è un sistema così accessibile e trattabile per cominciare – e inoltre, eravamo sinceramente curiosi di vedere se lo stress davvero porta a ingrigire i capelli.

Lo studio

Ma come fa lo stress a provocare i capelli bianchi? Gli scienziati sono andati per esclusione. In un primo momento si credeva che lo stress favorisse la comparsa dei capelli bianchi attraverso la promozione di un attacco immunitario nei confronti delle cellule produttrici di pigmenti. Tuttavia, effettuando degli esperimenti su dei topi privi di cellule immunitarie, questi mostravano comunque un ingrigimento della pelliccia, quando sottoposti a stress.

Dunque i ricercatori hanno pensato alla possibile influenza del noto “ormone dello stress”, il cortisolo. Ma ancora una volta si sono trovati davanti ad un vicolo cieco. Sebbene il cortisolo aumentasse quando gli animali erano sottoposti a stress: “Sorprendentemente, quando abbiamo rimosso la ghiandola surrenale dai topi in modo che non potessero produrre ormoni simili al cortisolo, i loro peli diventavano comunque grigi sotto stress“, spiega Ya-Chieh Hsu. Il mistero sul collegamento tra stress e capelli bianchi si infittisce.

La scoperta: ecco come lo stress fa diventare i capelli bianchi

Dopo aver sistematicamente eliminato le diverse possibili cause dei capelli bianchi, i ricercatori si sono concentrati sul sistema nervoso simpatico. Il sistema nervoso simpatico è il responsabile della risposta di lotta o fuga del nostro organismo, pronto ad attivarsi tutte le volte che ci troviamo sotto stress. I nervi simpatici si diramano in ogni follicolo pilifero posto nella pelle.

Nel follicolo pilifero, alcune cellule staminali agiscono come serbatoio di cellule che producono pigmenti. Quando i capelli si rigenerano, alcune cellule staminali si convertono in cellule che producono pigmenti i quali donano il colore ai capelli.

L’enorme rilascio di noradrenalina da parte dei nervi simpatici, che avviene quando siamo stressati, provoca un’eccessiva attivazione di queste cellule staminali. Le cellule staminali si convertono dunque tutte in cellule produttrici di pigmenti, esaurendo prematuramente il serbatoio. Questo danno permanente fa invecchiare ed imbiancare i capelli precocemente.

L’impatto dello stress su capelli e corpo

“Quando abbiamo iniziato a studiare questo, mi aspettavo che lo stress fosse poco salutare per il corpoma l’impatto dannoso dello stress che abbiamo scoperto va oltre ciò che immaginavo, ha commentato Hsu. “Dopo pochi giorni, tutte le cellule staminali che rigenerano i pigmenti sono state perse. Una volta sparite, non è più possibile rigenerare il pigmento. Il danno è permanente.”

La scoperta sottolinea gli effetti negativi di una risposta evolutiva allo stress, altrimenti utile a proteggerci: “Lo stress acuto, in particolare la risposta di lotta o fuga, è stato tradizionalmente considerato benefico per la sopravvivenza di un animale. Ma in questo caso, lo stress acuto provoca l’esaurimento permanente delle cellule staminali“, sottolinea il dott. Bing Zhang, autore principale dello studio.

I risultati di questo studio possono aiutare a far luce sugli effetti dannosi dello stress su altri organi e tessuti. “Comprendendo esattamente come lo stress influenza le cellule staminali che rigenerano il pigmento, abbiamo gettato le basi per capire come esso influisce su altri tessuti e organi del corpo”, dice il dott. Hsu che conclude:Comprendere come i nostri tessuti cambiano sotto stress è il primo passo fondamentale verso l’eventuale trattamento che potrebbe arrestare o ripristinare l’impatto dannoso dello stress. Abbiamo ancora molto da imparare in questo settore.”

Correlati:




Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *