Come gestire lo stress con dieta e rimedi naturali

Al giorno d’oggi imparare a gestire lo stress e le situazioni stressanti può sembrare più facile a dirsi che a farsi. Sappiamo bene però che tutto ciò che disturba la nostra serenità e ci fa sentire insicuri e frustrasti si riflette su vari aspetti della nostra salute sia fisica che mentale. Mille possono essere le fonti di stress: fattori economici, una malattia, relazioni interpersonali problematiche, carichi di lavoro troppo pesanti, un lavoro che non piace o la mancanza dello stesso. Tutti i cambiamenti grandi e piccoli (anche quelli positivi) causano stress. Per quanto si cerchi di farsi sempre “scivolare le cose addosso” nessuno è immune allo stress. In quest’articolo spiegheremo come piccoli cambiamenti nello stile di vita, dieta sana ed alcuni rimedi naturali possono aiutarci ad affrontare meglio lo stress.

Stress: sintomi e conseguenze

Lo stress non è una malattia, a volte può essere persino positivo, quando ci aiuta a tirare fuori il meglio di noi. Ad esempio una persona che ha poco tempo per terminare un determinato compito, può improvvisamente cavarsela con uno straordinario “colpo di genio”. Il sentirsi stressati infatti inizialmente attiva la cosiddetta risposta di “lotta o fuga”, che fin dalla notte dei tempi ci ha salvati da situazioni di pericolo. Il corpo percepisce l’evento stressante come qualcosa da cui fuggire o da affrontare con urgenza. Per far ciò ormoni come adrenalina e cortisolo vengono rilasciati con tutta una serie di conseguenze che noi percepiamo come sensazioni di stress. I sintomi iniziali dello stress includono:

  • Frequenza cardiaca aumentata in modo che più sangue sia disponibile per i muscoli;
  • Respiro che si fa più veloce e maggiore produzione di sudore;
  • Il fegato rilascia il glucosio immagazzinato per aumentarne i suoi livelli nel sangue.

Finita la situazione di stress, una volta rilassati, tutto sembra tornare al proprio posto. Ma spesso non è facile lasciarsi le esperienze stressanti alle spalle, come se nulla fosse. Nel nostro cervello, a livello della corteccia centrale, le immagini stressanti e le sensazioni negative rimangono nella nostra memoria lasciandoci cronicamente stressati. Ciò può compromettere la funzione del sistema immunitario e causare uno stato infiammatorio dell’organismo tale da portarci, nel lungo termine, allo sviluppo di malattie croniche come quelle cardiache, l’ipertensione o il diabete. Lo stress accelera i processi dell’invecchiamento: alcuni studi sostengono che lo stress possa accorciare precocemente i telomeri, i cappucci alle estremità dei nostri cromosomi che diventano più brevi man mano invecchiamo. Ciò probabilmente perché quando il nostro corpo è sottoposto a stress vi è una maggiore produzione di radicali liberi, specie chimiche altamente reattive capaci di danneggiare le strutture cellulari.

Come se non bastasse anche i muscoli tendono ad essere più tesi e ciò può interferire con una corretta circolazione. Una cattiva circolazione si riflette anche sulle funzioni digestive. Tutto ciò può portarci infine allo sviluppo di disturbi d’ansia e attacchi di panico, in una spirale da cui è difficile uscire. Ecco perché è così importante imparare a gestire lo stress, prima che questo arrivi a minare la nostra salute sia fisica e mentale.

Come gestire lo stress

Il modo più efficace per affrontare lo stress è concentrarsi sulla cura di sé. Nessuno è invincibile o è un supereroe: che sia la mamma alle prese con la gestione di figli e casa o un brillante manager in carriera, prima o poi occorre fare un passo indietro e ritagliarsi un momento in cui amare realmente noi stessi. Non si può sempre reagire allo stress “lottando”: se ci sentiamo sopraffatti dalle incombenze quotidiane proviamo ad introdurre nella nostra vita dei piccoli gesti che ci permettano di riprendere fiato e gestire meglio lo stress. Una passeggiata all’aria aperta, 15 minuti di yoga o meditazione lontani da tutto e da tutti, una dieta più sana e nutriente, un piccolo rito come il bere una tisana rilassante o anche scrivere un diario su cui esprimere le proprie emozioni, possono aiutarci a ridurre le sensazioni di stress.

La dieta anti-stress

Se è vero che “noi siamo quello che mangiamo”, quello che mangiamo interferisce anche sulla capacità che ha il nostro organismo di affrontare lo stress e le sue conseguenze. Scegliamo di seguire un’alimentazione sana che includa verdure biologiche, frutta, legumi, noci, semi e oli. Essa ci fornirà i nutrienti, le fibre e le sostanze fitochimiche necessarie per migliorare le difese contro lo stress. Meglio fare pasti piccoli e frequenti per non appesantire l’apparato digerente, preferibilmente caldi. Tra gli alimenti in grado di alleviare lo stress in particolare abbiamo:

  • Farina d’avena e yogurt, facili da digerire e ricchi di calcio dall’effetto calmante;
  • Mandorle, uvetta e semi di girasole;
  • Cipolle, ricche di prostaglandine che aiutano ad alleviare la tensione.

Lo stress cronico può influire sulle ghiandole surrenali le quali producono fluidi che consentono ai reni di svolgere il loro lavoro e 32 ormoni tra cui l’adrenalina. Le ghiandole surrenali (così come i reni) beneficiano di alimenti neri ricchi di minerali come i semi di sesamo nero, il riso nero, la quinoa nera e i semi di chia. I semi di girasole sono un buon alimento tonico per le ghiandole surrenali. Inoltre assicuriamoci di assumere abbastanza proteine.

Stress: alimenti e bevande da evitare

Gli alimenti e le bevande da evitare, in quanto capaci di aumentare gli effetti negativi dello stress includono:

  • alcol;
  • bevande contenenti caffeina (te, caffè, cola, etc.);
  • succhi di frutta;
  • zucchero;
  • alimenti ultra-processati, cibi preconfezionati.

Rimedi naturali contro lo stress: tisane e bagni rilassanti

Quando il sistema nervoso è a pezzi assaporare una tazza di tisana rilassante è un modo meraviglioso per ricaricarci di energie positive. Durante la sua preparazione o mentre la si sorseggia proviamo a staccare la mente dai problemi quotidiani e concentriamoci solo sulle sensazioni di benessere assaporando il momento. Anche i bagni alle erbe rilassanti possono essere una coccola per fare il pieno di serenità. Per farli basterà aggiungere una manciata di erbe fresche o secche in una salvietta e chiuderla con un elastico per capelli e poi introdurla nell’acqua calda della vasca. Oppure facciamo bollire le nostre erbe (mezza tazza in un litro d’acqua) per venti minuti e aggiungiamo la tisana ottenuta nella vasca. Possiamo anche aggiungere da otto a dieci gocce del nostro olio essenziale rilassante preferito all’acqua del bagno quando la vasca è piena. Possiamo scegliere tra gli oli essenziali di:

  • anice;
  • basilico;
  • alloro;
  • bergamotto;
  • cardamomo;
  • camomilla;
  • salvia sclarea;
  • cipresso;
  • finocchio;
  • incenso;
  • geranio;
  • zenzero;
  • elicrisio;
  • gelsomino;
  • ginepro;
  • lavanda;
  • limone;
  • maggiorana;
  • melissa;
  • neroli;
  • noce moscata;
  • arancia;
  • menta piperita;
  • pino;
  • rosa;
  • legno di rosa;
  • sandalo;
  • mandarino;
  • timo;
  • ylang-ylang.

Quali erbe sono utili per combattere lo stress

Queste sono alcune delle erbe utili per gestire lo stress e che possono essere utilizzate sotto forma di tisana, tintura o capsule:

  • Ashwagandha: il “ginseng indiano” aiuta a ridurre i livelli di cortisolo. Rende il corpo più resistente allo stress e previene l’esaurimento di vitamina C;
  • Escolzia o Papavero della California: è un rilassante scheletrico che incoraggia il ripristino del sistema nervoso;
  • Camomilla: rilassante e tonificante del sistema nervoso;
  • Eleuterococco: nutre le ghiandole surrenali ed è considerato un adattogeno che aiuta le persone ad abituarsi a situazioni stressanti.
  • Ginseng: aiuta il corpo ad adattarsi allo stress e mantiene la normale pressione sanguigna, i livelli di glucosio e la funzione ormonale.
  • Biancospino: calma lo spirito e migliora il microcircolo cerebrale.
  • Luppolo: contiene luppolina, che è considerata un sedativo forte ma sicuro e affidabile.
  • Kava kava: rilassa i muscoli senza bloccare i segnali nervosi e calma la tensione fisica senza intorpidire i processi mentali.
  • Melissa: aiuta a proteggere il cervello dagli stimoli esterni eccessivi.
  • Avena: rilassa i nervi e rafforza il sistema nervoso.
  • Passiflora: calma il sistema nervoso centrale e rallenta la rimozione dei neurotrasmettitori della “felicità” serotonina e norepinefrina.
  • Scutellaria: calma e rafforza i nervi, rilassa gli spasmi, allevia il dolore e promuove il riposo.
  • Valeriana: forte rilassante del sistema nervoso centrale, migliora la scarsa concentrazione per chi è sotto stress.
  • Verbena: aiuta a rafforzare un sistema nervoso indebolito.
Fonti: The home reference to holistic health & healing - Brigitte Mars and Chrystle Fieldler © 2015 Fair Winds Press

Correlati:





Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

3 thoughts on “Come gestire lo stress con dieta e rimedi naturali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *