Il prosecco danneggia i denti: allarme da studio britannico

Il prosecco avrebbe tra le sue controindicazioni quella di rovinare i denti, perché ha un pH troppo acido ed è troppo ricco di zuccheri. Ad affermarlo è un recente studio britannico. Ma siamo sicuri? Questa sembra solo l’ennesima crociata contro un prodotto tipicamente Made in Italy.

Il prosecco è il vino italiano più amato dai britannici

Nel Regno Unito si consumano oltre 40 milioni di litri l’anno di prosecco. L’amore dei britannici per il prosecco sarebbe giustificato dalla gradevolezza del sapore e dal basso costo di questo vino. Il prosecco è prodotto per l’80% circa del totale nelle province del Veneto, escluse Rovigo e Verona, e per il 20% circa nelle province del Friuli-Venezia Giulia. All’interno di questo territorio, nella zona collinare trevigiana, vi sono anche due DOCG per la produzione del Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene e del Colli Asolani-Prosecco. Qualità dunque ed economicità: un connubio perfetto che non fa che far lievitare il consumo. spesso sconsiderato, che si fa di questo eccellente vino italiano.

 
Ma a detta dei dentisti del Regno Unito, il prezzo da pagare per le celebri bollicine italiane più tardi sarà molto elevato per il nostro sorriso. Con il tempo i denti sono destinati a rovinarsi a causa dell’anidride carbonica, degli zuccheri e dell’alcool contenuti nel vino nostrano. Questo è perlomeno quanto affermato, sulle pagine di The Guardian, non senza un dichiarato allarmismo, dal Dott Mervyn Druian, del London Centre for Cosmetic Dentistry. L’allarme lanciato dal Dott Druian è tuttavia a dir poco esagerato e c’è chi parla di una sorta di complotto contro uno dei vini italiani più apprezzati nel mondo.

Il prosecco rovina i denti?

Ma è proprio vero che il prosecco danneggia i denti? Come puntualizzato dal Dott. Mario Aimetti, presidente eletto della Sidp, la Società Italiana di Parodontologia e Implantologia, docente all’Universita’ di Torino (fonte Ansa): ”E’ difficile identificare nel prosecco un prodotto rischioso – e sottolinea come non possa esistere – nessuna demonizzazione, perché ci sono anche tanti altri prodotti con pH acido e zucchero che possono essere a rischio carie e aumentare la sensibilità dei denti, soprattutto se non si procede all’igiene successiva della bocca”. L’esperto italiano prosegue: ”le bevande, cosi’ come i cibi che possono aumentare la possibilità di sviluppare la carie o aumentare la sensibilità, sono molti: tutte le bevande gassate e con zuccheri, frutta come fragole o arance”, solo per citarne alcuni, ma la lista potrebbe essere davvero molto lunga.

Corretta igiene orale e buon senso per un sorriso bello e sano

Ogni eccesso è difetto certo, non esiste alimento o bevanda che se consumati in maniera eccessiva possano far male. Ma banalmente basterebbe lavarsi i denti dopo aver bevuto o mangiato qualsiasi alimento acido e zuccherino, come il prosecco ed altri per non rovinare i denti. Buon senso e appropriata igiene orale sono i soli modi per scongiurare un qualsivoglia danno al nostro sorriso.
 

Correlati:


Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

4 thoughts on “Il prosecco danneggia i denti: allarme da studio britannico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *