Dieta mediterranea proclamata migliore al mondo nella classifica US News & World Report 2019

Esultino tutti i fan della “dieta mediterranea” poiché nulla hanno potuto le varie chetogenica, Dukan, flexitariana, DASH (tutte diete molto in voga, decantate spesso da VIP e quant’altro), contro la più classica delle diete, quella dei nostri avi, povera, semplice, ma estremamente salutare. Il regime dietetico tipico dei Paesi del bacino mediterraneo, notato per la prima volta dal ricercatore americano Ancel Keys, durante un soggiorno in Campania negli anni 60′, si è meritato il primo posto nella classifica 2019 appena stilata dal US News and World Report, sito americano specializzato nella redazione di classifiche e consigli per il consumatore. Oltre che il primo posto in assoluto, l’analisi di ben 41 piani alimentari ha assegnato l’oro alla dieta mediterranea in diverse sottocategorie, facendola risultare la migliore dieta per la salute, contro il diabete, la più facile da seguire e la migliore dieta a base vegetale.

Dieta mediterranea: alimenti da prediligere, alimenti da escludere

Gli alti riconoscimenti alla dieta mediterranea non devono certo sorprenderci. Sono numerosi difatti gli studi scientifici a sostegno della capacità di questo stile alimentare di proteggerci da diabete, colesterolo alto, demenza, perdita di memoria, depressione e cancro al seno. Ossa più forti, cuore più sano, una vita più lunga e la perdita di peso sono altri effetti ottenibili seguendo la dieta mediterranea. Il 16 Novembre 2010, l’UNESCO ha iscritto la Dieta mediterranea nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità, su proposta di Italia, Spagna, Grecia e Marocco. Ma cosa s’intende per dieta mediterranea? Minacciata dallo junk-food e dai prodotti industriali, la dieta mediterranea è basata su piatti semplici a base prevalentemente vegetale. Gli alimenti d’elezione sono frutta e verdura, cereali integrali, legumi, semi, noci e olio extravergine d’oliva. Banditi zucchero, dolci, prodotti industriali, preconfezionati, prodotti da forno e pasta ottenuti da farina raffinata, concessi solo in rare occasioni. Anche i grassi diversi dall’olio d’oliva, come burro o strutto, devono essere consumati raramente. La carne rossa è anch’essa consumata molto di rado, mentre il pesce è un altro simbolo della dieta mediterranea. Tra i prodotti di origine animale, si a piccole porzioni uova, latticini e pollame.

Uno stile di vita più che una semplice dieta

“È più che una dieta, è uno stile di vita”, ha affermato il dietologo Rahaf Al Bochi, intervistato dalla CNN, esperto di dieta mediterranea, che aggiunge: “Incoraggia anche il mangiare con gli amici e la famiglia, a socializzare durante pasti, a mangiare consapevolmente i propri cibi preferiti, oltre a compiere movimenti ed esercizi consapevoli per uno stile di vita sano e completo.” Sul sito US News & World Report si leggono le ragioni che hanno portato alla vittoria della dieta mediterranea: “E’ sentire comune che le persone che vivono nei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo vivono meglio e si ammalano meno di tumore e di problemi cardiovascolari della maggior parte degli americani. Il ‘non sorprendente segreto’ è in uno stile di vita attivo, nel controllo del peso e in una dieta povera di carni rosse, zuccheri e grassi saturi e ricca di frutta e verdura, frutta secca e cibi salutari”. E anche “se non c’è una dieta mediterranea, perché i greci mangiano diversamente dagli italiani, che mangiano diversamente da francesi e spagnoli”, seguendo i dettami di questo regime alimentare “puoi anche tenere il peso a bada evitando malattie croniche. Soddisfatta anche la Coldiretti che vede nell’importante riconoscimento alla dieta mediterranea una risposta ai bollini allarmistici che alcuni Paesi stanno applicando su diversi alimenti appartenenti alla nostra tradizione sulla base dei contenuti in grassi, zuccheri o sale. “un marchio infamante che favorisce i prodotti artificiali e colpisce già oggi ingiustamente le confezioni di extravergine Made in Italy, il prodotto simbolo della dieta mediterranea”.

Qual è la “migliore dieta 2019”?

Per stabilire quale fosse la migliore delle diete, un gruppo di esperti in malattie cardiache e diabete, alimentazione, dieta, psicologia alimentare e obesità assoldati da US News and World Report ha esaminato tutto il materiale proveniente da ricerche scientifiche, rapporti governativi e altre risorse. Le diete sono state poi valutate in base a diversi parametri e suddivise in sette categorie in base a: quanto fossero facili da seguire, la loro completezza nutrizionale, la loro capacità di far peso nel breve e nel lungo termine, la loro sicurezza e la loro utilità nel prevenire e nel gestire diabete e malattie cardiache. Se nel 2018 dieta mediterranea e dieta DASH erano arrivate pari merito al primo posto, quest’anno alla dieta per combattere l’ipertensione è toccato il secondo posto; terzo posto per la dieta flexitariana, dieta a base vegetale che consente la carne in rare occasioni; quarto posto per la dieta MIND e Weight Watchers. Tutte queste diete hanno in comune la scelta di alimenti prettamente vegetali, poco o nulla trasformati, capaci di ridurre l’infiammazione, sostenere il microbioma intestinale, con la concessione di qualche piccolo strappo alla regola ogni tanto, che le rendono più facili da seguire (ad esempio un bel bicchiere di vino rosso o un piccolo dolce occasionalmente). Ultime in classifica sono risultate la dieta Dukan, la dieta Body Reset, la dieta Whole30 e la popolare dieta chetogenica, tutte diete che incentrate su cibi ad alto contenuto proteico o ad alto contenuto di grassi con ridotto consumo di carboidrati, ritenute troppo restrittive, difficili da seguire e con benefici non sostenuti da sufficienti prove scientifiche.

Correlati:


Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.