Osteoporosi e dieta mediterranea: cosa mangiare per ossa più sane e forti

L’osteoporosi (osteoporosi primitiva o senile), ovvero la progressiva perdita di massa ossea, che colpisce più frequentemente le donne in post-menopausa e i soggetti anziani, può essere contrastata anche a tavola seguendo i principi su cui è basata la Dieta Mediterranea. A sostenerlo sono i ricercatori dell’Università di East Anglia che, in collaborazione con l’Università di Bologna, hanno condotto un nuovo ed interessante studio su osteoporosi e dieta, i cui risultati sono stati pubblicati sull’American Journal of clinical nutrition. Lo studio è il primo trial clinico a lungo termine, a livello europeo, che esamina l’impatto della Dieta Mediterranea sulla salute delle ossa di persone anziane. Di seguito i principali dettagli della ricerca e gli alimenti da prediligere per avere ossa più sane e forti.

Cos’è l’osteoporosi?

L’osso non è un materiale morto, ma un tessuto vivente che può ricostituirsi. I suoi componenti principali sono il collagene proteico e un minerale chiamato fosfato di calcio. Insieme, rendono le ossa flessibili e resistenti. L’osso attraversa un ciclo (rimodellamento) continuo di riassorbimento, durante il quale viene rimosso l’osso vecchio ad opera di cellule specializzate chiamate osteoclasti, e formazione per azione degli osteoblasti. Dalla nascita fino all’adolescenza e la prima età adulta, la formazione supera il riassorbimento e le ossa aumentano di dimensioni, peso e densità. Intorno ai 30 anni, la densità e la robustezza ossea raggiungono il picco, dopodiché iniziano a diminuire in maniera fisiologica poiché il riassorbimento gradualmente supera la formazione. L’osteoporosiinsorge quando il tasso di riassorbimento è troppo veloce o la formazione è troppo lenta ed è più probabile che si verifichi in individui che non raggiungono la massa ossea di picco ottimale. Sottostante tale malattia metabolica, vi sono solitamente diminuita assunzione di calcio, calo dei livelli di vitamina D, fisiologico calo di estrogeni nella donna in menopausa (80% dei casi di osteoporosi primitiva) e di androgeni nell’uomo in andropausa, alterazioni di altri fattori che regolano il rimodellamento osseo. Si avranno in conseguenza di ciò ossa più fragili e maggiormente esposte al rischio di fratture specie a carico di anca, femore, polso, vertebre anche in seguito a traumi minimi.

La dieta mediterranea riduce il tasso di perdita ossea nelle persone con osteoporosi

Non è la prima volta che la dieta mediterranea mostra i suoi incredibili effetti positivi sulla salute. Alzheimer, cancro, diabete, malattie infiammatorie, sono solo alcune delle patologie che il regime alimentare tipico del bacino mediterraneo, prima dell’avvento del boom economico degli anni 60′ e del cibo spazzatura, sarebbe in grado di prevenire e persino curare. Questo nuovo studio ha coinvolto ben 1142 persone reclutate in cinque centri in Italia , Regno Unito, Paesi Bassi, Polonia e Francia, di età compresa tra i 65 e 79 anni. I volontari sono stati quindi suddivisi in 2 gruppi: un gruppo ha adottato la “dieta mediterranea” ed il gruppo di controllo no, per un lasso di tempo di 12 mesi.  All’inizio e alla fine dello studio sono state valutate densità ossea del corpo in generale, della colonna vertebrale e del collo del femore e prelevati ed esaminati dei campioni di sangue. La dieta mediterranea ha avuto un effetto minimo o nullo sui partecipanti la cui densità ossea era normale, ma ha ridotto il tasso di perdita ossea nei soggetti con osteoporosi. In particolare, sebbene il calo della densità ossea sul corpo in generale e a livello colonna vertebrale, sia stato osservato anche nei volontari con osteoporosi del gruppo “dieta mediterranea”, tra questi è stato registrato un significativo aumento della densità ossea a livello del collo del femore. Il collo del femore è un’area particolarmente sensibile all’osteoporosi, principale causa della frattura dell’anca nei soggetti anziani. Ma cosa avranno mangiato esattamente i volontari del gruppo “dieta mediterranea”?

Gli alimenti per combattere l’osteoporosi

Mentre alle persone appartenenti al gruppo di controllo sono stati forniti dei semplici opuscoli con linee guida su dieta sana e corretta alimentazione, la dieta seguita dai volontari “dieta mediterranea” è stata caratterizza da: 
  • grandi quantità di frutta
  • abbondanza di verdura
  • cereali integrali (farro, orzo, riso integrale, etc.); 
  • noci e frutta secca in genere; 
  • olio d’oliva
  • pesce
  • piccole quantità di carne
  • prodotti caseari
  • moderata quantità di alcol;
  • tra gli alimenti trasformati, derivati da cereali, unica concessione per la pasta integrale (erroneamente la dieta mediterranea viene intesa come dieta basata su carboidrati quali pane, pasta e pizza, che occupano in realtà, specie se derivati da farine raffinate l’ultimo posto in cima alla nuova piramide alimentare. Ciò significa che sono da consumarsi solo occasionalmente al pari delle carni rosse e trasformate, dolci e burro);
  • 10 microgrammi di vitamina D-3 al giorno (quest’ultima integrazione si è resa necessaria per uniformare la variazione dell’effetto che diverse quantità di luce solare potevano avere sui soggetti appartenenti ai diversi paesi coinvolti nella ricerca in questione).

Saranno certamente necessari studi più lunghi ed approfonditi, per confermare gli effetti positivi della dieta mediterranea sull’osteoporosi, ma non c’è ragione alcuna, come sottolineato anche dagli autori dello studio, per non cominciare ad adottare uno stile alimentare più sano e corretto a beneficio dell’intero organismo.

Correlati:

  
 


Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

5 thoughts on “Osteoporosi e dieta mediterranea: cosa mangiare per ossa più sane e forti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *