La dieta mediterranea fa bene alla salute dell’intestino

La dieta mediterranea migliora la composizione del microbiota intestinale con effetti benefici sulla salute generale.
Più una conferma che una novità: la dieta mediterranea fa davvero bene alla nostra salute ed è quanto di più vicino si possa associare al concetto di corretta alimentazione. La nuova ricerca condotta dal Wake Forest Baptist Medical Center, pubblicata su Frontiers in Nutrition dimostra come un regime dietetico a base di frutta, verdura, cereali integrali, olio d’oliva, etc. riesca ad intervenire in positivo sulla composizione del microbiota intestinale (flora intestinale), l’insieme di batteri “buoni” ed utili che popolano il nostro intestino. Ma vediamo nel dettaglio come i ricercatori siano giunti a simili conclusioni.

Lo dieta mediterranea migliora la composizione del microbiota

Gli scienziati hanno scoperto che seguire una dieta a base vegetale aumenti i batteri buoni che vivono nell’intestino fino al 7%, mentre si è visto un incremento degli stessi di solo lo 0,5% con una dieta basata sul consumo di carne. Questo studio si differenzia dagli altri svolti in precedenza in quanto i soggetti coinvolti non sono stati degli esseri umani, ma dei primati non umani. Ciò ha azzerato la possibilità di falsare i risultati, in quanto normalmente i volontari prescelti seguono le indicazioni dei ricercatori per poi fornire personalmente, attraverso dei questionari, loro dati su abitudini e tipo di alimentazione, senza la possibilità di verificare l’autenticità di quanto dichiarato. I primati randomizzati e seguiti per ben 30 mesi, sono stati suddivisi in 2 gruppi: dieta occidentale e dieta mediterranea. Le due diete che presentavano comunque lo stesso numero di calorie, sono state adattate per il modello animale ed in particolare hanno previsto per il primo gruppo: lardo, sego di manzo, burro, uova, sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio e saccarosio; per il secondo: olio di pesce, olio d’oliva, farina di pesce, burro, uova, farina di fagioli neri e ceci, grano farina, succo di verdura, purea di frutta e saccarosio. 

Gli effetti della dieta mediterranea sull’intestino

Alla fine dello studio pre-clinico, il team guidato dal Dott. Yadav, assistente professore di medicina molecolare, microbiologia e immunologia al Wake Forest Baptist, ha analizzato il microbiota intestinale di entrambi i gruppi attraverso campioni fecali, scoprendo che la biodiversità batterica dell’intestino nel gruppo “dieta mediterranea” era significativamente più alta rispetto al gruppo che si era nutrito con una dieta alla occidentale. Come anche dichiarato dal Dott. Yadav, nel nostro intestino vivono oltre 2 miliardi di batteri, sia buoni che cattivi ed è fondamentale per la nostra salute che la composizione della flora batterica risulti bilanciata. La dieta mediterranea è riuscita in particolare ad incrementare i batteri buoni del genere Lactobacillus ed anche di altri dal benefico effetto probiotico. I dati rivelati da questo studio potranno essere utili per compiere ulteriori ricerche volte a comprendere la correlazione tra dieta, microbiota e salute negli esseri umani. Questi elementi, come dimostrato da studi precedenti, sarebbero infatti implicati nell’insorgenza di molte malattie come diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari, disturbi psichiatrici, obesità.

One thought on “La dieta mediterranea fa bene alla salute dell’intestino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *