Noci: promuovono i batteri intestinali “buoni” amici del cuore

Le noci sono da sempre decantate quale alimento benefico per la salute del cuore. Al consumo di noci sono infatti associate le proprietà di abbassare la pressione e il colesterolo alti. Tali azioni vengono di solito attribuite al contenuto in fibre, acidi grassi polinsaturi e polifenoli delle noci. Ma una nuova ricerca della Penn State University, recentemente pubblicata sul Journal of Nutrition, sostiene che le noci facciano bene al cuore anche per la proprietà di promuovere i batteri intestinali “buoni” (microflora intestinale o microbiota) associati ad un più basso rischio di malattie cardiache.

Lo studio

Per lo studio randomizzato e controllato, i ricercatori hanno reclutato 42 persone in sovrappeso o obese di età compresa tra i 30 e i 65 anni. Prima dell’inizio dello studio, i volontari sono stati sottoposti a una dieta tipicamente americana per due settimane. Dopo questa dieta “run-in”, a ciascun partecipante allo studio è stata assegnata, in modo casuale, una nuova dieta da seguire per 6 settimane, tra le tre ideate dagli scienziati, tutte contenenti meno grassi saturi rispetto alla dieta run-in.

Le 3 diete da testare erano così composte:

  • una dieta comprendeva l’assunzione di noci intere;
  • una includeva la stessa quantità di acido alfa-linolenico (ALA) e acidi grassi polinsaturi della precedente, ma non le noci tal quali;
  • una sostituiva parzialmente l’acido oleico (un altro acido grasso) con la stessa quantità di ALA presente nelle noci ed anche in questo caso non era concesso mangiare noci.

Per analizzare i batteri nel tratto gastrointestinale, i ricercatori hanno raccolto campioni fecali 72 ore prima che i partecipanti concludessero la dieta run-in e dopo le 3 diete imposte successivamente.

Le noci promuovono i batteri intestinali associati a una migliore salute del cuore

Gli scienziati hanno dunque confermato che le noci fungono da eccezionali prebiotici nei confronti di alcuni batteri “buoni” presenti nell’intestino: “La dieta a base di noci ha promosso una serie di batteri intestinali benefici per la salute”, ha affermato Kristina Petersen, autrice principale dello studio, “Uno di questi è la roseburia, batterio associato alla protezione del rivestimento intestinale. Abbiamo anche visto un aumento degli eubatteri eleggibili e del butirricicocco.”

Lo studio ha inoltre evidenziato significativi aumenti di alcuni batteri intestinali noti per intervenire sui fattori di rischio per le malattie cardiache. L’aumento di Eubacterium ammissens ad esempio è inversamente associato a miglioramenti della pressione arteriosa, mentre un numero maggiore di Lachnospiraceae comporta potenziali riduzioni della pressione, colesterolo totale e colesterolo non HDL. Con le altre due diete (sicuramente più sane di quella tipica americana, ma prive di noci) non si è registrata alcuna variazione nel microbioma.

Noci prebiotici: nutrimento per il microbioma

È davvero molto affascinante comprendere come qualcosa di così piccolo e apparentemente insignificante, come i batteri che abbiamo nell’intestino, possano condizionare la nostra salute. Del resto la microflora intestinale si nutre di ciò che noi gli forniamo attraverso la dieta. Le noci sono degli eccezionali alimenti prebiotici (alimenti che stimolano la crescita di un microbioma sano) in quanto: “forniscono una vasta gamma di substrati – come acidi grassi, fibre e composti bioattivi – di cui i nostri microbiomi intestinali possono nutrirsi, afferma Lamendella, altra ricercatrice coinvolta nello studio in questione, che spiega: “A sua volta, questo può aiutare a generare metaboliti e altri prodotti benefici per i nostri corpi”.

Le noci come spuntino ricco di salute

“I risultati si aggiungono a ciò che sappiamo sui benefici per la salute delle noci, concentrandosi questa volta sugli effetti sulla salute dell’intestino”, sostiene la dott.ssa Kris-Etherton. “Lo studio ci fornisce indicazioni sul fatto che le noci possano cambiare la salute dell’intestino, e ora siamo interessati ad ampliarlo e esaminare in che modo possano influenzare i livelli di zucchero nel sangue.”

Sostituire il tuo solito spuntino – soprattutto se è malsano – con le noci è un piccolo cambiamento che puoi apportare per migliorare la tua dieta, suggerisce Petersen. “Prove sostanziali dimostrano che piccoli miglioramenti nella dieta sono di grande beneficio per la salute. Mangiare due o tre once di noci al giorno [un oncia corrisponde a circa 28 g, ndr] come parte di una dieta sana potrebbe essere un buon modo per migliorare la salute dell’intestino e ridurre il rischio di malattie cardiache.”

Correlati:




Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *