Per assimilare la Vitamina D serve il Magnesio?

Magnesio e Vitamina D sono stati già più volte messi in relazione da studi scientifici precedenti. Sembra proprio che il “minerale dell’energia“, il magnesio, sia indispensabile per il metabolismo e la regolazione dei livelli di Vitamina D, la “vitamina del sole“. La conferma giunge da uno studio recentemente pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, condotto da un team di ricerca del Vanderbilt University Medical Center di Nashville, Stati Uniti.

Vitamina D e Magnesio: cosa sono, fonti alimentari

Sotto il nome di “Vitamina D” sono inclusi un gruppo di pro-ormoni liposolubili (sostanze precursori degli ormoni solubili nei lipidi) costituito da 5 vitamine: D1, D2, D3, D4 e D5. Le fonti alimentari di Vitamina D comprendono: pesce azzurro, pesci grassi, fegato, uova, latte e derivati, verdure a foglia verde e funghi. La vitamina D viene sintetizzata anche dal nostro stesso organismo grazie all’esposizione della cute ai raggi solari. La vitamina D è indispensabile non solo per il metabolismo minerale e per avere dunque ossa forti e sane, ma anche per modulare il sistema immunitario. Ciò ha effetti sulla prevenzione di malattie di varie, come quelle cardiovascolari ed il cancro. Il magnesio è un minerale la cui carenza può manifestarsi con sintomi vaghi che includono stress, insonnia, crampi muscolari, diarrea, astenia. Fonti alimentari principali di magnesio sono: crusca, frutta secca, legumi, pesce azzurro, frutti di mare, legumi. Solitamente alle donne in post-menopausa viene suggerita un’integrazione di vitamina D e calcio per prevenire l’osteoporosi. Tuttavia presentare buoni livelli di magnesio nel sangue potrebbe essere altrettanto indispensabile per ridurre i problemi legati alla perdita di massa ossea dovuta a calo di estrogeni e avanzare dell’età.

Il legame tra magnesio e vitamina D

Il dottor Qi Dai, professore di medicina presso il Vanderbilt University Medical Center e principale autore del nuovo studio in questione, aveva già rivelato in precedenza la relazione tra l’assunzione di magnesio e i livelli di vitamina D di oltre 12.000 persone facenti parte del National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES), studio condotto tra il 2001 -2006. Lo studio aveva evidenziato come le persone con alti livelli di assunzione di magnesio, da fonti dietetiche o tramite integratori, avessero minori probabilità di avere bassi livelli di vitamina D, nonché una più bassa probabilità di morire per malattie cardiovascolari o cancro intestinale. Ma in che modo il magnesio influisce sul metabolismo della vitamina D? Il magnesio sarebbe un cofattore nella sintesi della vitamina D sia durante l’esposizione alla luce solare sia quando questa proviene da fonti alimentari. “La carenza di magnesio interrompe la sintesi della vitamina D e il suo metabolismo” conclude il dottor Dai.

Magnesio riduce anche i livelli eccessivi di Vitamina D e Calcio

I dati dello studio NHANES indicavano un legame tra magnesio, vitamina D e mortalità, ma non gli effetti di un’integrazione extra di magnesio. Il dott. Dai e colleghi hanno pertanto selezionato da un gruppo di 250 persone facenti parte di un programma di prevenzione del cancro colon-rettale, un sottogruppo composto da 180 persone. Il trattamento con un integratore di magnesio ha portato ad un aumento dei livelli di vitamina D nelle persone che presentavano inizialmente bassi livelli. Esso ha anche ridotto i livelli della vitamina D in quelli con alti livelli. Ma questo non deve essere visto come un male, anzi ha evidenziato come il magnesio riesca a modulare anche gli eccessi di vitamina D e calcio (ipercalcemia), altrettanto capaci di causare seri problemi di salute.

Fino all’80% della popolazione non assume abbastanza magnesio

Martha Shrubsole, coautrice dello studio, afferma: “Oltre alla vitamina D, tuttavia, la carenza di magnesio è un problema sottovalutato: fino all’80% delle persone non consuma abbastanza magnesio al giorno per soddisfare il fabbisogno dietetico raccomandato (RDA) sulla base di stime nazionali“. I dati presentati dallo studio dimostrano che ottenere la giusta quantità di magnesio è certamente importante per consentire al corpo di regolare i livelli di vitamina D. Tuttavia sono necessari ulteriori studi per determinare esattamente come questo influisca sull’insorgenza del cancro intestinale ed altre condizioni di salute.

Correlati:


Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

4 thoughts on “Per assimilare la Vitamina D serve il Magnesio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *