Costipazione, stitichezza, rimedi naturali: i 5 oli essenziali più efficaci

Prima o poi colpisce chiunque. Difficile sfuggire infatti ad un problema così comune, che affligge milioni di persone in tutto il mondo. Si calcola che in Italia ne soffrano ben 13 milioni circa di persone. E’ la stitichezza, spitsi o costipazione, 3 sinonimi per un unico disturbo. Alcune cause della stitichezza possono essere facilmente individuate e rimosse. Basta apportare ad esempio dei cambiamenti nella dieta, aumentando l’apporto di fibre e acqua e fare un po’ più di attività fisica per trovare sollievo. Spesse volte gli episodi di costipazione possono alternarsi a periodi di diarrea nel quadro tipico di una sindrome del colon irritabile. Raramente la stipsi è una condizione di cui preoccuparsi. L’aromaterapia può essere efficacemente applicata per alleviare questo disturbo. Ma vediamo prima nel dettaglio cosa s’intende per costipazione.

Cos’è la stitichezza?

Non vi è alcun dubbio che ciascuno di noi capisca più o meno bene cosa significhi stitichezza. Ma esistono alcuni parametri che definiscono questa condizione, ossia:
  • meno di 3 movimenti intestinali a settimana;
  • feci molto dure, asciutte e difficili da espellere;
  • dolore, tensione, gonfiore, addominale.
A volte la stitichezza può andare avanti per settimane, mesi o più a lungo ed allora si può parlare di costipazione cronica. In tal caso è meglio consultare un medico.

Oli essenziali e stitichezza: come utilizzare le essenze

Gli oli essenziali sono utilizzati da secoli per trattare una varietà di disturbi, tra cui i problemi digestivi. È possibile trattare la stitichezza con gli oli essenziali, con le dovute precauzioni. Gli oli essenziali non dovrebbero mai essere utilizzati puri. In generale, quindi, e non solo per trattare la stitichezza, questi vanno impiegati:

  • diluiti in un olio vettore, come l’olio di cocco o l’olio d’oliva, prima di applicarli direttamente sulla pelle;
  • possono essere inalati attraverso un diffusore progettato per gli oli essenziali;
  • mescolati con un altro prodotto, come una lozione per il corpo;
  • applicati su un panno caldo e umido per degli impacchi caldi.
Sebbene gli oli essenziali siano dei rimedi naturali, non tutti gli oli sono sicuri per tutti. Per la massima sicurezza e beneficio, sempre meglio consultare uno specialista esperto in aromaterapia prima di utilizzare gli oli essenziali.

Gli oli essenziali funzionano davvero contro la stitichezza?

Anche i microrganismi che vivono nel nostro intestino (microbioma) sembrano collegati alla stitichezza. Uno studio che appare su SpringerPlus ad esempio, mostra come molte persone con problemi di stitichezza presentino delle importanti differenze nella composizione della loro flora intestinale rispetto agli individui sani. Il microbioma sostiene le funzioni dell’apparato digerente contribuendo alla digestione del cibo e all’assorbimento dei nutrienti. Quando si crea un disequilibrio nella flora intestinale, dunque possono verificarsi problemi come stitichezza e diarrea. Sebbene il possibile legame tra oli essenziali, batteri e costipazione richieda ulteriori ricerche, uno studio dell’International Journal of Food Microbiology ha rilevato che gli oli essenziali possiedano proprietà antibatteriche utili a combatterla. Parte della funzione dell’essenza nella pianta infatti è quella di proteggerla da batteri e funghi indesiderati, che i ricercatori ritengono possa avvantaggiare anche il sistema digestivo umano.

I 5 oli essenziali che combattono la stipsi

Ecco quali sono gli oli essenziali più indicati per combattere la stitichezza:

1. Olio essenziale di lavanda:

Le proprietà lenitive della lavanda sono state utilizzate per secoli per favorire il rilassamento e la calma. Il profumo di lavanda diffusa negli ambienti può aiutare la persona a rilassarsi e alleviare lo stress, il che può essere utile contro i problemi digestivi in genere. L’essenza di lavanda va diffusa preferibilmente la sera per favorire il rilassamento del corpo, compreso l’intestino. Anche l’essenza di lavanda può essere impiegata per massaggi addominali dopo essere stata diluita in un olio vettore.

2. Olio essenziale di zenzero

ampiamente utilizzato come spezia per il suo sapore dolce e piccante, lo zenzero è anche un rimedio noto contro nausea e disturbi digestivi. I suoi benefici sulla salute dell’apparato digerente sono apprezzati da secoli dalla medicina cinese e indiana. L’olio essenziale di zenzero può essere utilizzato per impacchi caldi e lenitivi da porre sull’addome, procedendo così: applicare 2 gocce di essenza su un asciugamano imbevuto di acqua calda (non bollente), e porlo direttamente sull’addome per alcuni minuti. Una volta che l’asciugamano si sarà raffreddato, massaggiare l’addome in senso orario per 2 o 3 minuti.

3. Olio essenziale di menta piperita

L’essenza di menta piperita contiene il mentolo, componente che gli conferisce l’effetto “freddo”. Per alleviare il fastidio allo stomaco e la costipazione lieve, unire una goccia di olio di menta piperita con 3 o 4 gocce di un olio vettore intiepidito e massaggiare l’addome, nell’area del disagio, con un movimento circolare. Per ottenere migliori risultati, occorre eseguire questo massaggio fino a tre volte al giorno se non è presente irritazione. Se si percepisce rossore o bruciore, è bene lavare l’olio dalla pelle e smettere di usarlo. Non usare mai olio di menta piperita su neonati o bambini, in quanto potrebbe causare problemi respiratori.

4. Olio essenziale di finocchio

Un articolo pubblicato su BioMed Research International rivela come l’olio essenziale di finocchio possa aiutarci a combattere diversi disturbi digestivi, compresa la stitichezza. Per utilizzare al meglio quest’essenza basterà compiere con essa un massaggio addominale o aggiungerla ad un diffusore per aromi ed inalarla. Il massaggio si esegue così: mescolate 2 gocce di olio di finocchio con un olio vettore e massaggiare la pancia con un movimento circolare in senso orario. Iniziate con cerchi più piccoli intorno all’ombelico, aumentando gradualmente le dimensioni dei movimenti. Per un ulteriore sollievo, basta aggiungere alcune gocce di essenza di finocchio in un diffusore per aromi e inalarlo contemporaneamente al massaggio.

5. Olio essenziale di camomilla

Si può utilizzare l’essenza di camomilla da sola o in combinazione con la lavanda per rilassare i muscoli nella zona addominale. Ciò può aiutare a migliorare la motilità intestinale e a fornire sollievo dal gonfiore a un intestino pigro. Al solito diluire gli oli in un olio vettore. Applicare su due dita e massaggiare l’area dello stomaco in senso orario fino a tre volte al giorno.

Potresti essere interessato anche a:


Anna Elisa

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

4 thoughts on “Costipazione, stitichezza, rimedi naturali: i 5 oli essenziali più efficaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *