Aromaterapia per la cura della cistite: oli essenziali più efficaci, controindicazioni

La cistite è tra le infezioni alle vie urinarie più comuni, ma può essere molto fastidiosa e creare non pochi disagi. Normalmente la cistite viene trattata con antibiotici, ma quest’ultimi non sono privi di effetti collaterali, quali disordini intestinali e sviluppo di infezioni da funghi e lieviti (candidosi). Le cistiti di lieve entità tendono a risolversi anche spontaneamente in circa 3-4 giorni. Ma se i sintomi persistono oltre e se sembrano gravi, è sempre opportuno contattare il medico curante. Il processo di guarigione della cistite senza l’impiego di antibiotici, può essere agevolato da norme igieniche, comportamentali e alcuni rimedi naturali, tra cui l’aromaterapia.  

Aromaterapia e cistite: gli oli essenziali più efficaci

 
L’aromaterapia può contribuire efficacemente alla cura della cistite. La cistite è spesso causata dalla risalita di batteri, in particolare Escherichia colidal tratto gastrointestinale a quello urinario. I batteri si ancorano alla mucosa della vescica, dando origine all’infezione caratterizzata da bruciore, dolore, bisogno di urinare spesso, talvolta sangue nelle urine, etc. Molti sono gli oli essenziali che hanno dimostrato efficacia in test di laboratorio contro l’Escherichia coli ed altri agenti patogeni. L’azione battericida e batteriostatica delle seguenti essenze le rende particolarmente idonee per combattere la cistite:

  1. Olio essenziale di chiodi di garofano: uno studio del 2016 ha dimostrato che l’olio di chiodi di garofano sia in grado di uccidere l’Escherichia coli, persino quando il batterio è ormai diventato resistente agli antibiotici;
  2. Olio essenziale di origano: uno studio del 2012 ha scoperto che l’olio di origano sarebbe in grado di rallentare o arrestare la crescita di Escherichia coli e altri batteri. I ceppi batterici utilizzati nello studio avevano resistito ad altri trattamenti, avvalorando la tesi che l’olio di origano possa anche uccidere i batteri resistenti agli antibiotici; un altro studio del 2015 ha messo in paragone l’efficacia antimicrobica degli oli essenziali di origano e di lavanda, dimostrando che l’origano possiede proprietà battericide persino superiori a quelle del più rinomato olio essenziale di lavanda;
  3. Olio essenziale di cannella: la cinnamaldeide, la sostanza chimica che conferisce alla cannella il suo sapore, riesce ad inibire la crescita di Escherichia coli. Oltre ad impiegare l’essenza di cannella per la cura della cistite in aromaterapia, è possibile giovare dei suoi effetti antimicrobici, utilizzandola come spezia in cucina;
  4. Olio essenziale di lavanda: è forse l’essenza più studiata per le sue innumerevoli proprietà. La ricerca suggerisce che la lavanda possa uccidere batteri, funghi, virus e altre fonti di infezioni e presenterebbe attività antiossidante. Una ricerca pubblicata nel 2015, ad esempio, ha scoperto che gli oli di lavanda e di origano, separatamente o in combinazione, riescono ad inibire la crescita di molti agenti patogeni come Escherichia coli e Staphylococcus aureus.
  5. Olio essenziale di eucalipto: l’essenza ricavata dalle foglie di eucalipto agisce ad ampio spettro su una vasta gamma di batteri, caratteristiche che la rendono utile specie quando non siamo sicuri di quale microbo abbia causato la nostra cistite. Uno studio del 2016 ha identificato i composti nell’olio di eucalipto dalle proprietà antibatteriche. I ricercatori hanno scoperto che l’eucalipto uccide o inibisce la crescita di Escherichia coli, Staphylococcus aureus e Listeria.
  6. Olio essenziale di cumino: anche l’essenza di cumino sarebbe efficace contro l’Escherichia coli e altre infezioni batteriche. Un altro studio del 2016 ha confrontato gli effetti battericidi dell’olio essenziale di cumino con quelli degli oli essenziali di camomilla e di cipolla. L’olio essenziale di cumino ha dimostrato di essere il più efficace tra i tre;
  7. Olio essenziale di coriandolo: lo stesso studio ha scoperto inoltre che l’olio essenziale di coriandolo è il migliore per uccidere lo Staphylococcus aureus quando è in combinazione con l’Escherichia coli. L’olio essenziale di coriandolo ha dimostrato efficacia anche contro i batteri resistenti agli antibiotici;
  8. Altri oli essenziali potenzialmente utili per curare la cistite: gli autori di uno studio del 2013 hanno dimostrato l’attività battericida e batteriostatica anche dei seguenti oli essenziali:
  • olio essenziale di salvia
  • olio essenziale di basilico
  • olio essenziale di rosmarino
  • olio essenziale di maggiorana
  • olio essenziale di issopo
Di seguito vediamo come impiegare gli oli essenziali per la cura della cistite.

Come usare gli oli essenziali per la cura della cistite

Il modo giusto di impiegare l’olio essenziale scelto per la cura della cistite dipenderà dal tipo e dalla concentrazione dell’olio stesso e dalle nostre condizioni di salute. In ogni caso gli oli essenziali dovranno essere diluiti in un olio vettore (olio vegetale a scelta, come olio di mandorle, olio di cocco, etc.) nella misura di 3-5 gocce di essenza in 30 ml di olio vettore. Così diluite possiamo utilizzare le essenze per praticare degli impacchi caldi sulla pelle vicino alla zona interessata o sciolte nell’acqua del bagno per favorire il rilassamento e fornire un sollievo temporaneo dal dolore ed il bruciore provocati dalla cistite.

Controindicazioni e avvertenze sull’impiego degli oli essenziali

Consultare sempre un medico esperto di aromaterapia, prima di iniziare qualsiasi trattamento casalingo contro la cistite. Non bere assolutamente gli oli essenziali: molti sono tossici se ingeriti e possono causare gravi effetti collaterali (avvelenamento). Non applicare oli essenziali puri direttamente sulla vagina, sul pene, sull’uretra o su qualsiasi parte di pelle esposta. Le essenze possono irritare la pelle, causare un’intensa sensazione di bruciore e reazioni allergiche. Non utilizzare l’essenza di cumino prima di esporsi al sole (rischio di effetti fototossici, come macchie cutanee e arrossamenti). Disturbi endocrini: alcuni oli essenziali, tra cui la lavanda, possono agire da interferenti endocrini. Ciò significa che possono interferire con gli ormoni, potenzialmente influenzando la fertilità, l’inizio della pubertà e lo sviluppo del seno nei ragazzi e negli uomini (ginecomastia maschile). Sebbene gli oli vettori non siano tossici, occorre sempre verificarne la sensibilità. Alcuni soggetti potrebbero avere una reazione allergica, specie nei confronti di quelli derivati dalle noci. Non impiegare gli oli essenziali su bambini, donne incinte o in allattamento. Alcuni oli possono essere dannosi o addirittura mortali per gli animali domestici, in particolare i gatti. Conservare gli oli essenziali al sicuro e consultare il veterinario prima di utilizzarli in un diffusore per ambienti.

2 thoughts on “Aromaterapia per la cura della cistite: oli essenziali più efficaci, controindicazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *