Succo di carota: proprietà anticancro confermate dalla scienza

Il succo di carota fresco, ottenuto con la centrifuga o meglio ancora con l’estrattore di succo a freddo, non è solo un gustoso e dissetante aperitivo, ma è una miniera di vitamine e sali minerali. Nel seguente articolo esploreremo le proprietà nutrizionali e anticancro del succo di carota confermate dalla ricerca scientifica.

Succo di carota: proprietà nutrizionali

Una tazza di succo di carota (250 ml) in media contiene:

  • 94 Kcal;
  • 2,2 g di proteine;
  • 0,35 g di grassi;
  • 21,90 g di carboidrati;
  • 1,90 g di fibra;
  • 689 mg di potassio;
  • 20,01 mg di vitamina C;
  • 0,217 mg di tiamina;
  • 0,512 mg di vitamina B6;
  • 2,256 mcg di vitamina A;
  • 36,6 mcg di vitamina K.

Come tutti i succhi di frutta e verdura, il succo di carota non contiene la stessa quantità di fibre della verdura intera. Inoltre il succo fresco di carota contiene più zucchero per porzione rispetto al vegetale intero.

I benefici anti-cancro del succo di carota confermati dalla scienza

Ecco di seguito le più recenti e sorprendenti scoperte scientifiche riguardo le proprietà e i benefici del succo di carota fresco:

  1. Tumore allo stomaco: le carote contengono antiossidanti, che possono spiegare il loro ruolo nella prevenzione del cancro. Una revisione di studi del 2015 ha concluso che mangiare carote sarebbe correlato ad un rischio inferiore del 26% di sviluppare il tumore allo stomaco;
  2. Leucemia: il succo di carota potrebbe addirittura avere un ruolo nel trattamento della leucemia. Uno studio del 2011 ha dimostrato che gli estratti di succo di carota riescono a distruggere le cellule leucemiche (test in vitro) e ne bloccano il ciclo cellulare inducendone la morte cellulare per apoptosi;
  3. Tumore al seno: l’evidenza suggerisce che alte concentrazioni plasmatiche di carotenoidi siano protettive nei confronti delle recidive di tumore al seno. Nel 2011, uno studio condotto su donne sopravvissute al cancro al seno ha verificato gli effetti del succo di carota sui marcatori dello stress ossidativo e dell’infiammazione nel sangue. Le volontarie hanno consumato 8 once (226,79 g) di succo di carota al giorno per 3 settimane. Alla fine dell’esperimento, le donne avevano livelli ematici più elevati di carotenoidi e livelli più bassi di un marker associato allo stress ossidativo.

Succo di carota: controindicazioni, effetti collaterali

Il succo di carota fresco non presenta particolari controindicazioni, purché si abbia l’accortezza di berlo non appena estratto per non disperderne le proprietà nutrizionali. Inoltre, trattandosi di un prodotto non pastorizzato, il succo di carota fresco non può essere conservato a lungo per non correre il rischio di tossinfezioni. Una curiosità: le carote contengono un tipo di carotenoide chiamato beta-carotene che il corpo può convertire in vitamina A e che può far assumere alla pelle una colorazione giallo-arancio per l’effetto chiamato carotenodermia.

Correlati:




Anna Elisa Catanese

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

7 thoughts on “Succo di carota: proprietà anticancro confermate dalla scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *