Cenare tardi fa ingrassare e aumentare la glicemia: nuovo studio

Cenare tardi fa ingrassare? Secondo un piccolo studio della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora, pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism della Endocrine Society, parrebbe proprio di si. In particolare il consumo tardivo del pasto serale contribuirebbe sia all’aumento del peso corporeo che all’aumento della glicemia, predisponendoci a sindrome metabolica, obesità e diabete di tipo 2 .

A che ora dobbiamo mangiare per dimagrire?

Che non solo cosa e quanto, ma anche quando mangiamo abbia un qualche effetto sul metabolismo, nonché sull’assetto ormonale, è cosa nota e da anni oggetto di studio. Diverse sono le diete dimagranti di successo che basano la loro efficacia su a che ora mangiare.

Ad esempio la cronodieta, ideata da due italiani nel 1992, consiglia carboidrati a pranzo (o comunque nella prima parte della giornata) e proteine a cena, al fine di attuare un controllo ormonale che a sua volta avrebbe effetti sul metabolismo dei grassi.

La più recente dieta intermittente 16:8, permette invece di concentrare i pasti – non abbuffate, pasti normali e bilanciati – nell’arco di 8 ore (ad esempio dalle 10 alle 18), cui seguono 16 ore di rigoroso digiuno (ad esempio dalle 18 fino alle 10 del giorno successivo).

Si stima che oltre 2,1 miliardi di adulti nel mondo soffrano di sovrappeso o obesità, un’epidemia silenziosa cui è necessario trovare nuove soluzioni. Precedenti studi avevano già suggerito che cenare tardi possa fare ingrassare.

Questo studio fa luce su come il cenare tardi peggiori la tolleranza al glucosio e riduca la quantità di grasso bruciato. L’effetto del mangiare tardi varia notevolmente tra i pazienti e dipende anche da a che ora sono soliti andare a letto, ha dichiarato l’autore corrispondente dello studio, Jonathan C. Jun. “Ciò dimostra che alcune persone potrebbero essere più vulnerabili al consumo tardivo del pasto serale rispetto ad altre. Se gli effetti metabolici che abbiamo osservato con un singolo pasto continuano a verificarsi in modo cronico, l’abitudine di cenare tardi potrebbe portare a conseguenze come il diabete o l’obesità.

Lo studio

Per osservare come viene metabolizzata la cena consumata alle 22:00 o alle 18:00, i ricercatori hanno assoldato 20 volontari sani (10 uomini e 10 donne). Lo studio (una prova clinica crossover randomizzata in ambiente di laboratorio) ha coinvolto poche persone, ma è tra i più attendibili e rigorosi nel suo genere. Tutti i volontari dovevano andare a dormire alle 23:00 e svegliarsi alle 7, indossando per tutto il tempo dei tracker di attività.

I volontari sono stati sottoposti a dei prelievi di sangue ogni ora durante la permanenza in laboratorio, nonché a studi sul sonno e a scansioni del grasso corporeo e hanno consumato alimenti contenenti traccianti non radioattivi in modo da poter determinare il tasso di combustione dei grassi (ossidazione).

Cenare tardi fa ingrassare e aumentare la glicemia

Si è così scoperto che in coloro che cenavano tardi i livelli di zucchero nel sangue erano più alti e la quantità di grasso bruciato era più bassa, anche quando lo stesso pasto veniva fornito in due momenti diversi. “In media, il picco glicemico dopo la cena consumata a tarda ora era di circa 18% più alto, e la quantità di grasso bruciato durante la notte era ridotta di circa il 10% rispetto alla cena anticipata. Gli effetti che abbiamo visto sui volontari sani potrebbero essere più pronunciati nelle persone con obesità o diabete, che hanno un metabolismo già compromesso” , ha affermato il primo autore dello studio, il Dott. Chenjuan Gu.

Sembrerebbe dunque essere confermato il fatto che cenare tardi possa predisporre all’aumento di peso e della glicemia. Tuttavia, conclude il Dott. Jun: “è necessario eseguire più esperimenti per vedere se questi effetti persistono nel tempo e se possono essere causati dal comportamento (come andare a dormire subito dopo un pasto) o dai ritmi circadiani del corpo”.

Correlati




Anna Elisa Catanese

Ciao sono Anna Elisa Catanese, Dott.ssa in Scienze e tecniche erboristiche, autrice principale dei contenuti di questo sito web. Sono anche una cantante e creatrice di bijoux. Ho alle spalle collaborazioni come autrice di articoli con numerosi siti quali Blasting news e Dokeo. Su Natural Magazine troverete notizie inerenti salute, benessere, alimentazione sana, rimedi naturali e molto altro ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *